Come utilizzare Linkedin Pulse

Molti di voi conoscono Linkedin e i suoi utilizzi, oltre al conosciutissimo Linkedin c’è anche Linkedin Pulse, sono più di 380 milioni i professionisti che hanno scelto di far parte della Community di Linkedin.

Linkedin Pulse è la piattaforma di blogging che si trova sul social network.

Linkedin Pulse sta rivoluzionando i sistemi di relazione tra professionisti, per utilizzarlo vi basterà avere un profilo ed entrare nella sezione Linkedin.com/today, in questo modo potrete pubblicare un articolo e condividerlo.

Questa piattaforma è basata sull’obiettivo di generare delle notizie, tramite dei post, il blog, e le connessioni tra professionisti, Linkedin è dedicata a chiunque voglia crescere lavorativamente e aumentare i contatti di settore.

Vediamo ora come utilizzare Linkedin Pulse.

Linkedin Pulse cos’è e a cosa serve

Come abbiamo accennato è un servizio a parte integrato al Social network Linkedin che consente agli utenti iscritti di creare un blog interno al proprio profilo.

Con questa funzione vi è la possibilità di sviluppare e pubblicare degli articoli, su di una pagina ben strutturata, dove il blogger potrà inserire foto, titoli ecc, aumentando la sua visibilità sul Social.

A cosa serve tutto questo? La risposta è semplice a intercettare contatti lavorativi.

Ciò che rende differente dagli altri Social Network Linkedin Pulse è la mission, ovvero creare una rete tra i professionisti. Su Linkedin come sapete si inserisce il proprio CV e con l’ausilio di Linked Pulse si può aumentare, tramite l’inserimento di contenuti, la propria visibilità professionale.

Come utilizzare al meglio Linkedin Pulse

Interagire tramite Linkedin Pulse vuol dire inserire articoli e contenuti inediti, non utilizzare questa applicazione per rimandare le persone ad altri Social o al vostro Blog esterno.

Utilizzate Linkedin Pulse come se fosse il vostro blog principale, inserite e pubblicate contenuti dedicati a questa piattaforma, non mettete Link di rimando al vostro blog o ad altri profili Social ecc.

La piattaforma è completa e vi da la possibilità di poter creare un vero Blog, si possono inserire immagini e sviluppando nuovi contenuti potrai far nascere una nuova rete di contatti, ma finalizzata al solo campo lavorativo.

L’ottimizzazione su Linkedin

Ricordatevi che linkedin lavora in base alle keywords, ovvero le parole chiave, quando pensiamo a Linkedin possiamo raffigurare un enorme database, dove i profili o i blog sono indicizzati secondo delle chiavi di ricerca specifiche.

Per aumentare le visite al profilo si dovrà fare la Personal SEO, per ottimizzare il profilo è necessario scegliere con cura la terminologia da utilizzare per descrivere il tuo lavoro e le tue competenze.

Per ricercare le parole chiave consigliamo di utilizzare Google Ads e Google trends, ponendo in precedenza questa ricerca si riuscirà in breve ad avere più visualizzazioni del profilo, questo vale anche per Linkedin Pulse.

Altro punto importante per ottimizzare il profilo completalo in tutte le sue parti.

Come sviluppare il personal branding su linkedin Pulse

Come per ogni Social il personal branding fa la differenza, avere una riconoscibilità è molto importante per poter aumentare le connessioni.

Ciò che fa Pulse è implementare la vostra rete contatti, e il branding deve essere in linea con l’aspetto lavorativo. Ogni social ha dei determinati canoni e obiettivi, lo stesso branding che avete su instagram vi potrebbe penalizzare su Linkedin Pulse.

Un determinato branding vi targettizza il pubblico.

Ciò che su un social dedicato alle connessioni lavorative deve apparire, è la professionalità, la correttezza e la bravura, non altro. Certamente creare una rete di nuovi contatti  è un impegno, per riuscire in qualsiasi attività online è necessario darsi degli obiettivi e dedicarsi quotidianamente.

Come reperire nuovi clienti

Abbiamo visto come ci dovremo muovere su questo Social e gli sbagli da non fare, ora vediamo in pratica come si possono reperire nuovi clienti o contatti finalizzati.

  • Creare dei contenuti mirati per attrarre i tuoi potenziali clienti o contatti;
  • Migliorare il personal branding, ricorda che si deve comunicare affidabilità e competenza;
  • Creare contenuti nuovi, indirizzati solamente a Linkedin Pulse;
  • Interagire con i possibili clienti o contatti.

Questi sono alcuni dei punti per presentarvi su Linkedin Pulse.

Blog o Linkedin Pulse?

Cosa scegliere, Il Blog oppure Linkedin Plus? La realtà è che Linkedin Pulse offre molti vantaggi strutturali, la piattaforma è bene costruita e utilizzando Linkedin Pulse potrai condividere i tuoi contenuti anche su Facebook oppure Twitter.

 I vantaggi di Linkedin Pulse:

  • Non ci sono costi;
  • Grande rete di contatti con cui poter interagire;
  • La piattaforma è completa.

Sulla piattaforma di Linkedin troverete una guida dettagliata di come poter scrivere in modo efficace gli articoli, altro punto a favore per Linkedin Pulse.

Se invece siete dell’idea di voler creare un Blog di sana pianta avrai delle spese come ad esempio il costo del domino e della piattaforma.

Conclusioni

Linkedin Pulse è un’applicazione molto interessante, tramite questo network incrementare la vostra rete di contatti lavorativi.

Continue Reading

Come fare soldi con un blog

I modi per fare soldi con un blog sono di tue tipi:

  • in modo diretto (pubblicità): Adsense, sponsor, banner CPM, link pay per action.
  • in modo indiretto (vendi la tua competenza): ebook, consulenze, corsi online/offline, convegni, articoli per riviste.

Per avere un blog di successo devi gestire l’argomento trattato con competenza, questa è la prima regola per il successo per guadagnare in modo diretto o indiretto.

Nel tuo blog devi dimostrare di avere piena padronanza dell’argomento con aggiornameti continui e condivisione delle esperienze. L’argomento non ha molta importanza, l’importante è che lo tratti (possibilmente da esperto).

Ovviamente gestire un blog richiede tanto tempo, ed è giusto che il tuo tempo sia ripagato con un ritorno economico, gli utenti lo sanno, e posso già dirvi che non vedono un simile atteggiamento come ostativo a un blog di successo.

https://www.millionaireweb.it/guadagnare-con-un-blog-o-sito-web/

Le chiavi del successo:

  • Scrivi post utili e soprattutto unici;
  • Metti qualcosa in più nei tuoi post rispetto ai concorrenti;
  • Scrivi nuovi post settimanalmente;
  • Aggiorna tuoi post in maniera continua;
  • Rispondi sempre alle domande dei tuoi lettori;
  • Fai in modo che i tuoi link siano copiati da altri siti;
  • Inserisci i tuoi link in altri siti che trattano il tuo stesso argomento;
  • Partecipa al tuo Forum;
  • Collabora e sponsorizza il tuo blog in altri siti;
  • Usa tutti i social network disponibili per pubblicizzare il tuo sito;
  • Per comunicare con i tuoi utenti utilizza una messaggistica veloce come Messenger e Skype.
Continue Reading

Potenzialità di un sito web

Hai appena creato il tuo website e non sai praticamente niente riguardo le potenzialità che possiede possederne uno?
Oggi ti spiegheremo cosa si nasconde dietro ad un sito web.

Ovviamente nel momento in cui crei un sito web, la prima intenzione che ti sei prefissato è quella di comunicare con qualcuno, per cui, dovrai sicuramente prenderti cura di tutti i contenuti da cui pian piano il tuo sito web sarà composto con il passare del tempo.

Più i tuoi contenuti saranno interessanti, più visitatori riceverai, ovviamente i contenuti di cui dovrai parlare, dovranno essere contenuti scritti inuma certa maniera, facili da comprendere, ma soprattutto contenuti che interesseranno in maniera particolare chi li leggerà.

Per cui, dovrai sempre cercare di capire cosa vuole ottenere l’utente che naviga nel tuo sito, in base a quello ed in base alle letture e commenti che riceverai pian piano diventerai un esperto e capirai cosa vogliono dal tuo sito.

Se il sito sarà abbastanza interessante, gli utenti ti inseriranno tra i loro preferiti e molto probabilmente condivideranno il tuo sito con i proprio amici,

una sorta di pubblicità.

Per farti degli esempio chiari:

  • Se ti occupi di vendere dei prodotti, cerca di scrivere delle recensioni affidabili e veritiere, in modo che gli utenti siano interessati a leggerle ma soprattutto spronati a comprare un prodotto.
  • Se invece sei un fotografo, cerca di condividere contenuti fotografici, tecniche di scatto, pose e attrezzatura consigliata per attirare utenti del mondo della fotografia all’interno del suo sito web.
  • Se possiedi una struttura alberghiera, inserisci fotografie della struttura, liste dei prezzi, mappe in cui si trova in modo tale da fornire ad un futuro cliente del tuo albergo, una panoramica ben chiara di tutto ciò che potrai offrirgli.
  • Se invece sei uno sportivo, un corridore ad esempio, potresti benissimo pubblicare dei risultati che hai ottenuto nel corso delle tue ultime gare, seguite da alcune statistiche riguardo la tua carriera da atleta.
Continue Reading

Le basi del design tipografico

Ogni grafico deve conoscere e capire la tipografia.

In questo articolo spiegheremo i concetti fondamentali della tipografia in modo semplice cosicché le basi possano essere capite da tutti.

La tipografia spesso viene banalizzata perché in pochi sanno il vero significato della terminologia che viene utilizzata per parlarne, quindi si tende a semplificare parlando in generale dei “caratteri”. In realtà dietro la tipografia ci sono tantissimi studi ed è un campo molto vasto, riguarda tutto ciò che è l’arte e la tecnica di comporre e arrangiare i caratteri; è inoltre, una parte fondamentale del lavoro del designer ed è molto più che rendere le parole leggibili.

Nel lavoro del grafico è necessario saper scegliere la font giusta in base a come interagirà con il layout, con la combinazione di colori e con il tema del design perché questo farà la differenza tra un lavoro che funziona o un lavoro che non funziona. Adesso bisogna fare una parentesi e spiegare che in grafica non esiste il bello o il brutto, in quanto come tutti sappiamo i gusti sono molto diversi e i pareri cambiano da persona a persona, per questo per giudicare un lavoro bisogna capire se funziona o no, e per capirlo bisogna valutare tutti gli aspetti del lavoro, se è accattivante, se il messaggio che vuole trasmettere è diretto e comprensibile ecc …

Per tornare alla tipografia, c’è da dire che buona parte del lavoro tipografico funziona attraverso l’intuizione creativa del designer, ma è impossibile diventare abili senza studiare le regole di base del mestiere. Si dice che, in tutte le arti, prima di stravolgere le regole bisogna comprenderle e studiarle. Una volta preso possesso delle basi ci si può concentrare su tutto il resto, informandosi sulle nuove tendenze, seguendo tutorial online e conoscendo più famiglie di font possibili. Il mio consiglio personale è di studiare le famiglie di font più antiche, quelle che hanno davvero creato le basi della tipografia in quanto, molte delle nuove famiglie non hanno all’interno tutto lo studio che c’è stato per creare quelle storiche, e spesso capita che possiedono solo un peso, non hanno supporti per le altre lingue con i rispettivi glifi necessari e non possiedono neanche uno studio accurato della crenatura. Ma entriamo più nello specifico nel significato di alcuni termini della tipografia.

Continue Reading